giovedì 17 gennaio 2008

LA VALENCIA DI ANNI FA



Chi ricorda questo palazzo? Se conosci Valencia sicuro che hai visto la fonte che c'è al principio del "Paseo de la Alameda", dietro ci sono i giardini dei "Viveros". Era conosciuto come "el palacio de Ripalda" e è sparito nel 1967. Io vivevo lì vicino e quando passavo davanti avevo una strana sensazione, era veramente come uscito d'un racconto di fate.



E anche nel "Paseo de la Alameda" ricordo la fiera di luglio, la battaglia di fiori e questo padiglione cosí sorprendente per una bambina, aveva specchi, scale, tappeti... Da tempo è scomparso.







E chi ricorda i tram? Questi due sono nella strada del Miguelete, la ricordo così stretta e caotica, lo stesso che la piazza della Madonna con una fonte in mezzo e i tram girandola.








E nell'era dei cellulare chi ricorda le telefoniste? Io ero stupita con la loro abilità e celerità per mettere le spine nel posto corretto.





Adesso c'è una Valencia ben diversa a quella della mia infanzia. Dove c'era il fiume puoi trovare giardini e luoghi per godere, ma ci sono nella città tante macchine, tanto rumore che da anni abito altrove dove posso avere un contatto diretto con la natura e dove posso vivere con più traquillità.

5 commenti:

Carlos ha detto...

Grazie Pilar, non sapevo queste cose della città.

Jacqueline ha detto...

Auguri e grazie, io sono nata al 1972 e non ho conosciuto queste cose. Hai avuto molta fortuna di conoscere questi luoghi.

Jordi ha detto...

Ah, le telefoniste... erano le donne più informate. Mi ricordo, quando ero piccolo, della telefonista del mio paesino. Sapeva tutto quello che si muoveva; sempre ascoltava le conversazione.

Anonimo ha detto...

Io ricordo anche le telefoniste, nel mio paesino aveva una telefonista che faceva il suo lavoro nella casa propria. Ho conosciuto il palazzo "Ripalta" e ho visuto alcuna bataglia dei fiori. Oggigiorno vado tutti i giorni a Valencia,io lavoro lì, e penso che sia troppo rumorosa e abbastanza più sporca che quella che tu hai descritto. Le foto sono bellisime, a me piace questo maniera di fare le foto, in bianco e nero.
Un abbraccio. Ramon

Andreu ha detto...

Molto interessante questo post di Valencia. Saluti.