mercoledì 28 novembre 2007

Baldufa e Blau

Miao a tutti,

Sono Baldufa, una gatta siamese. Sono stata battezzata così (in catalano, una baldufa è una trottola) perché mi piace rotolare su di me stessa. Sono nata sette anni fa nel paese delle mamme dei miei umani, el Vilosell, dove trenta anni fa i miei antenati erano stati portati per migliorarne la razza da esiliati catalani in Messico. Quando avevo pochi giorni di vita, sono stata regalata ai parenti de Maria Dolors, la moglie di Jordi, e sono andata a vivere a Barcellona da loro. Ci sono vissuta per due anni, fino a quando la loro figlia minore ha sviluppato un’allergia ai gatti, e non poteva abitare con me. Davanti alla possibilità di essere sacrificata (vale a dire io, non la ragazza), sono potuta andare a Lleida da Jordi e Maria Dolors (e Blau, il mio compagno attuale). Sono innamorata di Maria Dolors, la mia padrona, perché mi carezza e pettina. Nell’immagine faccio una bella passeggiata per la collina di Gardeny, dove tanti anni fa si sono combattute le truppe di Gaio Giulio Cesare e Gneo Pompeo Magno nella battaglia d’Ilerda.

Miao a tutte,

Sono Blau, un gatto comune europeo e sono così bello che la lince d’Alberto. Mi chiamano così perché ho gli occhi blu. Ho la stessa età di Baldufa. Da piccolo, abitavo con un cane che mi ha insegnato abitudini cagnesche, quali leccare o morsicare gli altri. Presto, sono stato regalato a Maria Dolors, la quale non è la mia padrona; piuttosto sono io il padrone dell'appartamento. Prima di conoscere Baldufa, ero un po’ solo e avevo un orso de peluche verde come compagno. Quando Baldufa è arrivata da me, mi hanno fatto la vasectomia affinché cambiasse partner. Un anno dopo, però, ho cominciato a marcare il territorio e allora sono stato castrato. Tuttavia, continuo ad essere selvaggio, perché m’incanta cacciare topi da stoffa, mosche e, anche, degli calciatori (sopratutto quelli che indossano maglia bianca) quando c’è una partita alla tv. Non mi piace affatto che gli umani mi prendano, ma quando ne ho voglia, salgo al grembo di Jordi e gli impongo la mia compagnia volente o nolente. Quando ero più giovane —ormai sono adulto e non posso farlo— facevo un bel balzo sulle sue spalle, e se era state e lui indossava roba leggera (o non ne indossava) gli faceva delle belle graffiature. Quando non sono sul letto o sulla terrazza sdraiato al sole, mi piace giacere sul router wifi ed assorbirne le radiazioni. Peraltro, sono felice quando Jordi mi offre dell’erba bella fresca, bagnata e spazzata, o un po’ d’orzata, gelato o yogurt.

22 commenti:

david ha detto...

Molto divertente questo post, Jordi. Hai ancora le ferite del gatto sulla spalla?

sara ha detto...

Bella vita quella del gatto! A me mi fanno un po' paura. Sarà un trauma infantile?

Jordi ha detto...

Ciao David,
no, non ho già le ferite alle spalle, ma ho una marca per tutta la vita in un braccio. Un giorno che ho accolto un gattino a casa, Blau si è incavolato tantissimo e si è appeso al mio braccio con i suoi artigli. Ho dovuto toglierlo con calma... Lo stesso giorno, il gattino è tornato alla strada.

Ciao Sara,
io ho un trauma infantile con i galli e gli uccelli, in genere. Da piccolo uno mi è beccato e da allora in poi li ho una paura terribile.

vicente ha detto...

Jordi, ma la tua casa ha un giardino? Dove metti i gatti nel tuo appartamento? E' comodo per te e tua moglie? Non fanno cattivo odore?

Jordi ha detto...

Ciao Vicente,
non ho un giardino, ma i gatti fanno quello che vogliono. Per quanto riguarda agli odori, devo dire che i gatti sono bestie molto pulite. Loro si fanno la toilette ogni mattina. Inoltre, ogni tanto prendono un bagno con il shampoo per gatti. A Baldufa piace molto, ma per bagnare Blau prima devo drogarlo con mezza pastiglia di valeriana e proteggermi con guanti.

Luis ha detto...

Anche io ho un gatto che si chiama Michifuz e lui è pulito, però qualche volte più che un gatto sembra un tigre.

Jordi ha detto...

È vero, Luis, i gatti sono dei tigri non addomesticati. Fanno società con noi perché e ci sfruttano, e non permettono che noi siamo i suoi padroni.

carmen ha detto...

Ciao ragazzi, è molto simpatico questo blog! a me mi piacerebba avere un cane yaski ma qui per il caldo io credo che soffre.

Pilar Puerto ha detto...

Ciao Blau e Baldufa, siete due gatti bellissimi.
Anche a me come a Sara da piccola uno dei vostri mi morsicò senza averli fatto niente e vi ho molto rispetto.
Si vi piace l'orzata quì abbiamo una buona, buona a Alboraia.
Volete sautare a Jordi da parte mia? ma non li fate delle graffi.
Grazie tante.

Anna ha detto...

É vero è buonissima l'orzata l'Alboraia.

CresceNet ha detto...

Oi, achei seu blog pelo google está bem interessante gostei desse post. Gostaria de falar sobre o CresceNet. O CresceNet é um provedor de internet discada que remunera seus usuários pelo tempo conectado. Exatamente isso que você leu, estão pagando para você conectar. O provedor paga 20 centavos por hora de conexão discada com ligação local para mais de 2100 cidades do Brasil. O CresceNet tem um acelerador de conexão, que deixa sua conexão até 10 vezes mais rápida. Quem utiliza banda larga pode lucrar também, basta se cadastrar no CresceNet e quando for dormir conectar por discada, é possível pagar a ADSL só com o dinheiro da discada. Nos horários de minuto único o gasto com telefone é mínimo e a remuneração do CresceNet generosa. Se você quiser linkar o Cresce.Net(www.provedorcrescenet.com) no seu blog eu ficaria agradecido, até mais e sucesso. If is possible add the CresceNet(www.provedorcrescenet.com) in your blogroll, I thank. Good bye friend.

Jordi ha detto...

Ciao Pilar e Anna, se i miei gatti fossero valenzani berrebbero della buona orzata che c'è da voi... Invece, i poveri, devono accontentarsi con l'orzata industriale comprata da Mercadona.

Silvia ha detto...

Jordi, io non ho visto mai un gatto che li piace l'orxata valenzana? E mangia anche fartons?

Jordi ha detto...

Ciao Silvia,
i miei gatti gustano della buona tavola. Non hanno mangiato ancora "fartons", ma oggi Blau si è leccato i baffi dopo mangiare un po' di un "polvorón".

ramon ha detto...

Ciao, Jordi.
Mi è piaciuto molto la storiella di Baldufa e Blau. E mi chiedo; “ no saranno scrittori mascherati da gatti?” Che bello il post. Mi piace osservare che ci sono tante persone che amano gli animali. Ma questa volta voglio raccontarti la storia di mio padre e dei suoi cani. Mio padre faceva il ferroviere, di solito lavorava da solo in un passaggio a livello custodiato. Questi luoghi, abitualemte sono lontani dalle città; e la solitudine era la sua compagna di lavoro, e per questo ha avuto almeno 4 cani, tutti “bastardini”, e tutti sono stati compagni fideli. Ricordo , prima della sua malattia, ha avuto anche tanti ucelli,(canarini e cardellini).
Un abbraccio.
Ramon

Jordi ha detto...

Grazie Ramon,
giocavi con i cani, da piccolo? Come si chiamavano?

ramon ha detto...

Ciao, Jordi
Il primo cane che ha avuto mio padre si chiamava "Bobi",di solito giocava con lui molte sere.Io avevo dodici anni, e dopo scuola, prendevo la merenda e uscivo con "Bobi" quasi tutte le sere. Il secondo era "Llop"; un bel cane, molto carino,ma un po' pazzo. Il terzo si chiamava "Tom",un piccolo bastardino, molto cattivo. E l'ultima "Lluna", era piccolissima e molto buona,con lei ho giocato abbastanza, ma già avevo ventitre anni e mi piacevano altri bei animali.
Ramon.

Jordi ha detto...

Ciao Ramon,
dovresti animarti a scrivere un post. I tuoi scritti, così interessanti, nei commenti rimarranno nascosti.

Pilar Puerto ha detto...

Sono d'accordo con te Jordi, Ramon è bravissimo. L'anno scorso abbiamo fatto insieme il corso di conversazione e è un meraviglioso compagno. Sicuro que continuara la sua participazione nel blog.
Coraggio Ramon, ti aspettiamo!

MCarmen ha detto...

Ciao Jordi, anch´io ho una gatta, ma questa è arrivata un giorno di subito nell mio piccolo giardino 1 anno fa e è rimasta quí fino a oggi.È nera e molto viva.

Jordi ha detto...

Ciao MCarmen,
se hai una gatta e anche un giardino, non hai gattini? I gatti del quartiere dovranno venire a visitarci, vero?

MCarmen ha detto...

No, non ha gattini, ma no preocupate, a mia cognata le piacciono molto e la vuole, lei ha un giardino molto meglio e due gatti.